Not Only for Kids: il Candiani a misura di bambino

 

Il Candiani è riuscito, sin dalla sua apertura, ad affermarsi in modo molto significativo nel campo delle proposte didattiche per le scuole del territorio comunale e non, attraverso attività laboratoriali, suddivise in aree disciplinari, di inizializzazione al mondo dell’arte e del pensiero creativo con l’obiettivo di poter inventare, creare, “raccontarsi” con strumenti diversi ed originali o di coniugare i nuovi linguaggi multimediali ai vari percorsi artistici contemporanei mediante l’utilizzo creativo del computer e delle tecnologie multimediali.

Dal 2002 al primo semestre 2018 alle attività per le scuole hanno partecipato 1.090 classi suddivise tra scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado, con la partecipazione di quasi 24.000 bambini e ragazzi, per un totale di oltre 200 giornate laboratorio. Dal 2013 il Centro Candiani ha ampliato le proposte per il mondo dell’infanzia e delle famiglie con l’attivazione di Not Only for Kids – nella quale è confluita anche la sezione didattica per le scuole – con mostre, spettacoli, laboratori e incontri.

Not Only for Kids è la sezione che il Candiani dedica ai più piccoli ma, come dice il titolo, non solo. I bambini possono infatti partecipare agli eventi anche con i genitori condividendo con loro importanti momenti di svago e gioco. Quasi mai però il divertimento è fine a se stesso; gli spettacoli, le mostre, i laboratori sono pensati per arricchire il bagaglio di competenze del bambino attraverso stimoli e suggestioni veicolati dai linguaggi plurimi e le differenti tecniche del mondo dell’arte e della cultura, organizzate in collaborazione con realtà all’avanguardia nel settore degli spettacoli, delle esperienze interattive e laboratoriali. Da 2015 è attivo, inoltre, il Campus estivo con laboratori Campus Candiani.

 

Spettacoli e laboratori: al Candiani si impara facendo, da soli o in famiglia

Ricco di proposte originali e di novità il cartellone autunno/inverno 2018/2019 tra le quali il laboratorio Magus Urbanus, a cura di Woodstock Teatro (Alessandra Dolce, Marco Gnaccolini) e Susi Danesin. Per la prima volta al Candiani un laboratorio per ragazzi da 11 a 13 anni, ogni mercoledì dal 7 novembre 2018 al 20 marzo 2019. Magus Urbanus è una vera e propria scuola di “magia” per formare dei maghi urbani. Tramite il gioco di drammatizzazione e immaginazione, i partecipanti costruiranno una propria identità di mago, svilupperanno i concetti dei poteri dell’immaginazione, impareranno ad osservare e raccontare la realtà della propria città e a trovare delle soluzione “magiche” per risolvere conflitti urbani e personali. Il gioco del teatro dell’immaginazione sarà lo strumento con il quale i ragazzi si divertiranno a creare la propria identità e oggettistica da mago e parlare della città, dei suoi abitanti o possibili abitanti e trovarne i talenti o “poteri”.

La proposta laboratoriale prevede con E Tu Come Dondoli? Inclinazioni, equilibri e forme. Sara Cavallaro e Francesca Codrino – Le Psicografiche – durante i quattro incontri tra novembre e dicembre, accompagneranno i bambini in un viaggio sorprendente, esplorandone le inclinazioni personali e scaturendo, attraverso la creatività, in forme e segni. Cosa ne uscirà?

Domenica 16 dicembre il mondo dei più grandi si spalancherà davanti agli occhi dei bambini. In occasione della mostra No fashion places of America di Yuri Catania, Jan Sedmak, illustratore e visual-designer, realizzerà uno straordinario evento didattico – formativo, Signora zebra attraverso la città, per lavorare su segni e simboli urbani. Evento reso ancor più interessante dal fatto che è stato pensato per tutta la famiglia, affinché la sollecitazione della parte emozionale e creativa, possa creare un’occasione di crescita e di condivisione.

Ancora spazio a bambini e genitori il 27 gennaio con Le emozioni sonore: la musicista Silvia Rinaldi esplorerà le emozioni e le sensibilità dei partecipanti grazie al potere evocatorio della musica.

Per il carnevale, il 24 febbraio, Storie di forbici e farina, un particolare progetto artistico-creativo a cura di Stivalaccio Teatro, chiuderà la stagione laboratoriale; due attrici, cuoche strampalate, accompagneranno bambini e genitori – ancora insieme – in un viaggio alla scoperta degli odori, dei colori e delle forme del cibo, utilizzato come strumento creativo per stimolare fantasia e curiosità di piccoli e grandi.

Anche la sezione degli spettacoli riserverà non poche sorprese. Davvero particolare Naveneva Kids, l’11 novembre, spettacolo di danza contemporanea per bambini della Compagnia Naturalis Labor, immerso nell’immaginario marino che con le sue atmosfere, personaggi e avventure offrirà momenti di grande emozione. Per l’occasione, progetto unico in Italia, vedrà come protagonisti un cast di tredici giovanissimi interpreti selezionati tra le scuole di danza di tutto il Veneto.

Il 9 dicembre il grande compositore Giuseppe Verdi “sbarcherà” al Candiani grazie a Teatro Linguaggi – ATGP – Associazione Teatro Giovani e Teatro Pirata, con lo spettacolo vincitore del Lucca Festival Teatro 2017 Bella da morir! Aida e il bambino che sognava la musica con Sandro Fabiani e Roberta Biagiarelli. A condurre i piccoli spettatori nel mondo dell’opera sarà un insolito personaggio: un custode di un curioso cimitero di campagna dove si ergeranno piramidi e prenderà vita la storia di Radames e Aida, bella, bella da morir!

Domenica 13 gennaio – e lunedì 14 gennaio per le scuole spazio alla scienza: la compagnia Riserva Canini e Campsirago Residenza porteranno in scena Little Bangmostra-spettacolo che tenta di rispondere, con inventiva e una buona dose d’ironia, alla domanda che da sempre ha esercitato sull’uomo un enorme fascino: “Come e quando è cominciato tutto?”. Little Bang è un percorso percettivo alla scoperta della vita e la qualità delle materie, la loro bellezza e la loro natura.

Sempre rivolto a tutta la famiglia, l’appuntamento di domenica 10 febbraio -ma riservato alle scuole il lunedì successivo, l’Odissea dei bambini del Teatro del Lemming. Per questo percorso sensoriale, nel quale grandi e piccoli diventeranno Odisseo e dovranno superare le tante prove di un affascinante viaggio ripercorrendo le avventure dell’eroe greco, è previsto un allestimento speciale in sala espositiva Paolo Costantini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *